Il cortometraggio Alive in Joburg, realizzato da Neill Blomkamp nel 2005, è diventato un film nel 2009: riprendendo lo stile fanta-scientifico proprio del corto, District 9 esplora temi della segregazione razziale e della xenofobia, di cui sono vittime alcuni alieni. I colpevoli? Gli esseri umani!


La storia del cortometraggio What’s in the box? è curiosa: realizzato da un giovane regista olandese di nome Tim Smit, nasce come progetto personale diventato virale in poco tempo su YouTube, anche grazie a degli inequivocabili riferimenti a Lost, come ad esempio la colonna sonora della celebre serie tv. Tim ha creato questo corto in soli quattro giorni senza alcuna aspettativa, finché un giorno ha ricevuto una telefonata dalla 20th Century Fox. Dopo aver spiegato loro quanto si era divertito a creare gli effetti speciali, gli hanno chiesto quanti soldi avesse spesso: “150 euro”, la sua risposta. Inutile dire quante chiamate abbia ricevuto in seguito da Los Angeles con varie offerte per trasformarlo in un lungometraggio fanta-scientifico. Oggi il film si chiama Kill switch, prodotto dallo stesso Tim nel 2017 e distribuito da Saban Films.

Alma, il cortometraggio in 3D prodotto dall’animatore della Pixar Rodrigo Blaas, ha ricevuto dal 2009 molti premi e riconoscimenti ed è stato per tempo conteso tra le grandi case cinematografiche. Nel 2012 la Dreamworks Animation ha firmato l’accordo, ma del film ancora nessuna traccia. Chissà se lo vedremo presto nelle sale…

Stesso discorso vale per The Raven, il corto prodotto dal regista peruviano Ricardo de Montreuil nel 2010. Nel corso del 2013 la Universal ha annunciato l’acquisto dei diritti per ricavarne un film e Liam Hemsworth era già stato scelto come protagonista. Ma per il momento ci rimane solo il corto da guardare...

Il film Facciamola finita, titolo italianizzato da This is the end (2013), si basa sul cortometraggio del 2007 Jay and Seth vs The Apocalypse: due ragazzi intrappolati in una stanza, mentre il mondo sta per finire. L’apocalisse per l’appunto.

E come non citare Frankenweenie del 1984, diretto da Tim Burton? Il risultato non fu gradito per la scarsa adattabilità ad un pubblico di minori non accompagnati da un adulto e questo fu il motivo di licenziamento da parte di Disney del grande Tim Burton. Dopo essere diventato un regista famoso, Tim riprende in mano il suo progetto e riesce a trasformarlo in un film nel 2012. E indovinate quale casa cinematografica si è proposta per la produzione…