Cosa succede nel momento in cui i più grandi brand di moda a livello mondiale si appropriano dei tradizionali disegni etnici per realizzare le nuove collezioni, senza dare credito o premiare le comunità che le hanno ispirate? Ecco, succede che la storica agenzia pubblicitaria McCann si fa carico di questa responsabilità e lancia una campagna per supportare Beau Monde, una rivista di moda con contenuti rumeni originali al 100%.
Insieme si sono opposti all'appropriazione culturale, creando il marchio di moda Bihor Couture e restituendo la royalty agli artigiani locali.