Close
k

Projects

Contact

News

Let's connect

Produzioni video da remoto

Dai Golden Globes alle nuove sfide del settore

Il 28 febbraio scorso la NBC ha trasmesso in diretta la cerimonia di premiazione dei Golden Globe Awards. 

Quest’anno però, a causa della pandemia, la settantottesima edizione del festival si è svolta da remoto.

Una grande novità per i Globes, che moltissime altre produzioni hanno già adottato nel corso di questi ultimi mesi per adattarsi ai protocolli di sicurezza.

Come spesso accade, da un problema nascono anche nuovi approcci e soluzioni, e il caso delle produzioni da remoto è un fatto di grande rilevanza nel nostro settore, al quale noi rivolgiamo particolare attenzione.

Dall’inizio della pandemia, infatti, sono emerse nuove sfide per ogni settore dell’industria, e nell’ambito delle produzioni video si utilizzano sempre più spesso flussi di lavoro da remoto.

Insieme a chi si occupa di produrre l’hardware necessario a tali flussi, occorrono anche persone specializzate nella loro gestione, ed è proprio questo l’aspetto che ci vede coinvolti in prima persona.

Durante una diretta televisiva, a causa delle misure di sicurezza, molte persone non possono presentarsi fisicamente negli studi.

Per una videoconferenza o produzioni minori potrebbe essere sufficiente una chiamata standard su Zoom, ma cosa fare per le produzioni di alto livello?

Per quelle occorre che la qualità audio e video sia superiore. Ecco perché gestire i flussi di lavoro da remoto è diventato indispensabile.

Come fare dunque ad ottenere un risultato professionale anche da remoto?

Una soluzione potrebbe essere quella di fornire ai partecipanti l’attrezzatura necessaria alle riprese, spedendo loro un kit di telecamere azionabili da remoto ed il supporto tecnico, come ad esempio ha fatto l’americana AbelCine per i Gobes 2021.

Ciascuno dei candidati, infatti, ha ricevuto una fotocamera Canon 5D Mark IV con obiettivo Canon 24-70 mm, un dispositivo LED Litepanels Astra 1X1, un microfono a fucile RØDE e un iMac da 27 ″.

Come ha scritto il team di AbelCine in un post del blog, la 5D Mark IV è stata scelta per la qualità delle immagini e la versatilità di controllo remoto del software EOS Utility.

La gestione dei flussi da remoto è una nuova ed elettrizzante sfida che il nostro settore si trova ad affrontare.

Noi di SUPERBELLO abbiamo gestito la diretta live streaming degli RDS UNPLUGGED – cliccate QUI per saperne di più -, perciò sappiamo che si tratta di un lavoro complesso e sfaccettato, da gestire con grande professionalità per evitare sorprese durante la diretta, e più in generale per riuscire ad ottenere risultati professionali anche in condizioni meno favorevoli.

L’impatto dei nuovi flussi di lavoro sulle produzioni video non si limiterà al periodo della pandemia, ma cambierà profondamente il futuro di tutto il settore.

Noi ne siamo certi, e siamo pronti alla sfida.

Post a Comment