Close

Projects

Contact

News

Let's connect

Visual Escapism – Il surrealismo digitale nel design di spazi e prodotti

Sfidando i confini tra fantasia e realtà, studi di design e artisti 3D creano spazi immaginari per presentare prodotti reali.

Le opere di architettura surrealista spopolano su Instagram e danno modo ad artisti e designer 3D di sfogare la propria creatività e mettersi in mostra. Posizionando arredi e oggetti in stanze piuttosto che intere abitazioni o spazi esterni, micro-clip dall’estetica pulita, trasmettono una sensazione di pace, gli edifici galleggiano dal suolo, le strutture sono allungate, piegate, ruotate, longilinee.
A cavallo tra asset di marketing e opere d’arte digitali, il trend attira l’attenzione di brand di grande calibro: la mancanza di confini creativi e l’immediatezza di produzione, che permette di non dover lavorare con troupe e classici studi di produzione fotografica, rende il settore 3D e CGI sempre più popolare ed appetibile.
Di seguito andiamo a scoprire alcuni artisti che si affermano come leader nel settore per espressività artistica e qualità di realizzazione.


Benjamin Guedj è un designer multidisciplinare specializzato in architettura d’interni e design del prodotto. Sullo schermo, ha sviluppato uno stile molto personale con la creazione di universi 3D raffinati ed eleganti con influenze dal design d’interni degli anni 50’.

“Sono sempre stato affascinato dall’idea di immaginare oggetti che prendono vita in un luogo accessibile. Poter raccontare un’emozione dietro lo schermo.”
– Benjamin Guedj

Il duo creativo composto da Minjin Kang e Mijoo Kim forma Mue Studio con sede a New York, specializzato in 3D, identità visiva, direzione artistica, fotografia commerciale ed editoriale per campagne e installazioni. Si concentrano sulla creazione di un’esperienza visiva che combini il loro stile molto pulito e minimale con l’identità del brand con cui collaborano.

Alexis Christodoulou, artista e designer 3D, ha trascorso gli ultimi 10 anni a costruire una collezione di opere incentrate sull’architettura surrealista. Nel 2019 ha fondato lo studio Alexis Christodoulou a Cape Town, in Sudafrica, dove crea progetti personali o per clienti. Lo studio multidisciplinare è cresciuto rapidamente, concentrandosi su illustrazioni e animazioni 3D ed esplorando il mondo del design di mobili e oggetti. Nel 2021, Alexis ha aperto una filiale europea dello studio sotto il nome di Color C Design Studio.

Con base a Stoccolma, lo Studio Brasch è fondato da Anders Brasch-Willumsen che si occupa di rendering e ideazione di ambienti 3D. Tra i lavori più interessanti dell’artista troviamo “A Lucid Dream in Pink, Sleep Cycle”, ispirato dai sogni lucidi dell’artista stesso, e le numerose cover realizzate per il magazine di design Wallpaper*.

Camille Boldt è una designer multidisciplinare svizzera con sede a Neuchâtel. Camille esplora forme e luci attraverso composizioni surreali dalla parvenza sorprendemente realistica. Molti dei suoi lavori sono ispirati dal mondo floreale e dalla professione dei genitori che erano fiorai.

Lo studio di design spagnolo Six N. Five è specializzato in immagini e video dall’estetica pulita e moderna, pronto a sperimentare in maniera elegante, accattivante e raffinata. Lo studio con sede a Barcellona crea “un lavoro sperimentale che sta legittimando la CGI come nuovo mezzo per l’espressione creativa di sé”.

Post a Comment